Sono in corso numerose ricerche sulle cause e sul trattamento del cancro del cane. Tra le scoperte recenti più promettenti vi sono: In primo luogo, uno studio pubblicato sulla rivista Carcinogenesis nel marzo 2015 ha rilevato che i cani alimentati con una dieta ricca di antiossidanti e acidi grassi omega-3 hanno un rischio minore di sviluppare il cancro. In secondo luogo, uno studio pubblicato sulla rivista PLoS One nel gennaio 2015 ha rilevato che i cani con alti livelli dell'enzima lipossigenasi hanno maggiori probabilità di sviluppare il cancro. In terzo luogo, uno studio pubblicato sulla rivista Nature nel settembre 2014 ha rilevato che una proteina chiamata SIRT6 protegge dal cancro impedendo alle cellule di dividersi. In quarto luogo, uno studio pubblicato sulla rivista Science nel giugno 2014 ha rilevato che un farmaco chiamato metformina può aiutare a prevenire il cancro rallentando la crescita delle cellule tumorali. Uno studio pubblicato sulla rivista Nature nel maggio 2014 ha rilevato che una proteina chiamata p53 aiuta a prevenire il cancro impedendo alle cellule di dividersi. Inoltre, uno studio pubblicato sulla rivista Nature nel gennaio 2014 ha rilevato che una proteina chiamata BRCA1 aiuta a prevenire il cancro riparando il DNA danneggiato. Uno studio pubblicato sulla rivista Science nel dicembre 2013 ha rilevato che un farmaco chiamato rapamicina può aiutare a prevenire il cancro rallentando la crescita delle cellule tumorali. Infine, uno studio pubblicato sulla rivista Nature nell'ottobre 2013 ha rilevato che una proteina chiamata PTEN aiuta a prevenire il cancro impedendo alle cellule di dividersi.

La Canine Health Foundation dell'American Kennel Club sta finanziando uno studio sulla genetica dei tumori dei mastociti nei cani, che si spera possa fornire informazioni sulle cause e sui possibili trattamenti di questo tipo di tumore. La Canine Health Foundation sta inoltre finanziando uno studio sulla genetica dei tumori dei mastociti nei cani. La speranza è che questo studio fornisca informazioni sulle cause e sui possibili trattamenti di questo tipo di tumore. Queste ricerche hanno ipotizzato quanto segue: un possibile legame tra alcune razze di cani e un rischio più elevato di sviluppare il cancro - un possibile legame tra la sterilizzazione precoce e una diminuzione del rischio di sviluppare il cancro. Alcune delle ultime ricerche sul cancro del cane comprendono studi su nuovi trattamenti, come l'immunoterapia e la terapia mirata. Per molti di questi nuovi trattamenti sono in corso sperimentazioni cliniche, quindi parlate con il vostro veterinario per sapere se il vostro cane può essere un buon candidato.

Uno studio pubblicato nel 2019 sul Journal of the American Veterinary Medical Association ha rilevato che l'immunoterapia, nota anche come terapia biologica, è associata a un aumento significativo del tempo di sopravvivenza dei cani affetti da linfoma. Lo studio ha esaminato i dati di 2.200 cani con linfoma trattati in 24 centri di oncologia veterinaria. Il tempo di sopravvivenza mediano per i cani che hanno ricevuto l'immunoterapia è stato di 386 giorni, rispetto ai 172 giorni dei cani che non hanno ricevuto l'immunoterapia. Un altro studio pubblicato nel 2020 sul Journal of Veterinary Internal Medicine ha esaminato l'uso dell'immunoterapia per i cani affetti da osteosarcoma. Lo studio ha rilevato che l'immunoterapia ha aumentato il tempo di sopravvivenza dei cani affetti da osteosarcoma e ha anche migliorato la qualità della vita. Il tempo di sopravvivenza mediano per i cani che hanno ricevuto l'immunoterapia è stato di 365 giorni, rispetto ai 240 giorni dei cani che non hanno ricevuto l'immunoterapia. Infine, uno studio pubblicato nel 2019 sulla rivista Cancer Cell ha esaminato l'uso di un farmaco terapeutico mirato chiamato toceranib fosfato (Palladia) per il trattamento di cani con tumori dei mastociti. Lo studio ha rilevato che il toceranib fosfato era associato a un aumento significativo del tempo di sopravvivenza dei cani con tumori dei mastociti. Il tempo di sopravvivenza mediano per i cani che hanno ricevuto toceranib fosfato è stato di 365 giorni.

Le ultime ricerche indicano che un nuovo trattamento per il cancro del cane, chiamato immunoterapia, sta dando risultati promettenti. Il trattamento utilizza il sistema immunitario del cane per combattere il cancro. Un nuovo farmaco chiamato Palladia si sta dimostrando promettente come trattamento per il cancro del cane. Palladia ha come bersaglio una proteina specifica delle cellule tumorali e ha dimostrato di uccidere le cellule tumorali nei cani. Il Palladia è attualmente in fase di sperimentazione clinica e non è ancora disponibile per l'uso generale. Tuttavia, è possibile che il farmaco venga approvato in futuro. Palladia non è l'unico farmaco immunoterapico che si sta rivelando promettente come trattamento per il cancro del cane. Anche un altro farmaco immunoterapico, chiamato toceranib, è in fase di sperimentazione clinica. Il toceranib ha come bersaglio una proteina diversa, specifica per le cellule tumorali, e ha dimostrato di uccidere le cellule tumorali nei cani.

Informazioni sull'autore: La dott.ssa Faith Whitehead è veterinaria e ricercatrice autorizzata.

it_ITIT

Pin It on Pinterest

Cosa dicono i nostri clienti
83 recensioni